Ivana Pais al CowoShare 2020 su Coworking e Relazione: intervista e… appuntamento all’8/2!

cowoshare-ivana-pais

Ivana Pais - Cowoshare Coworking e RelazioneMentre contiamo i giorni che mancano all’8 febbraio 2020, data del prossimo evento Coworking e Relazione, 12° incontro nazionale di Rete Cowo® e 7° CowoShare (prima facevamo i CowoCamp, ricordate?), stiamo chiedendo ai nostri relatori la disponibilità di rispondere a qualche domanda, così da preparare il terreno all’incontro vero e proprio, dove avremo il piacere di ascoltarli direttamente e dialogare con loro.

Siamo molto riconoscenti per questa cortesia che ci stanno riservando, grazie!

Oggi è il turno dell’associate professor di Sociologia Economica all’Università Cattolica Ivana Pais.

Ivana ci conosce bene, ci ha studiato, ha scritto di noi ed ha anche già partecipato ai nostri incontri.

Il suo sguardo sul Coworking è quello di chi ha nella propria visione un panorama ampio, quello del lavoro e dell’economia nella società (oggetto dei suoi studi accademici), e al tempo stesso la sua curiosità intellettuale e personale la porta a “toccare con mano” la realtà, a interessarsi di ciò che accade, a parlare con chi fa le cose.

Per quanto riguarda il Coworking è certamente una delle persone più competenti in Italia, e le cose che dice e scrive sono sempre decisamente interessanti.

Ma ora lasciamo la parola a lei, e ci vediamo a Milano l’8/2/2020 per continuare il discorso di persona!

Rete Cowo® – Al CowoShare pareleremo di Coworking e Relazione: tu che conosci l’ecosistema del Coworking italiano dai suoi esordi, come vedi l’evoluzione delle relazioni, negli spazi Cowo®?

Ivana Pais – L’evoluzione degli spazi Cowo® è stata sorprendente: siete stati tra i primi a promuovere il Coworking e il modello del franchising applicato a spazi anche di piccole e medie dimensioni.

Questo avrebbe potuto portare a logiche di pura ottimizzazione degli spazi.

Invece il mondo Cowo® contiene al proprio interno modalità anche diverse di interpretare il Coworking, ma ovunque ha manifestato una forte attenzione alla dimensione relazionale.

La distribuzione territoriale degli spazi Cowo® aggiunge un ulteriore livello di ricchezza e complessità: ogni spazio ha peculiarità proprie e, al tempo stesso, riflette quelle del territorio in cui è collocato.

Paradossalmente, oggi è più frequente che siano i grandi spazi di Coworking ad assumere una dimensione prettamente immobiliare e commerciale, mentre gli spazi più piccoli sono maggiormente ancorati alle economie e alle culture locali.

Il valore di Cowo® sta nel mettere in rete queste esperienze, generando valore condiviso.

Rete Cowo® – Chi oggi frequenta l’Università è preparato a far parte di Community professionali aperte e collaborative? Possiamo aspettarci una nuova e brillante generazione di coworker?

Ivana Pais – Le nuove generazioni di studenti che incontro in Università hanno alcuni tratti che fanno ben sperare.

Innanzitutto, sono più abituati a collaborare. La diffusione di metodologie formative attive che favoriscono l’esperienza e il lavoro di gruppo avvicinano il metodo di studio a quello lavoro e l’Università al mondo del lavoro.

Inoltre, sono maggiormente consapevoli delle trasformazioni del mercato del lavoro e – già dagli anni dell’Università – sono proattivi nel costruire reti sociali che possano favorire l’acquisizione di conoscenze e il coinvolgimento in esperienze utili a progettare e avviare il proprio percorso professionale.

Infine, hanno familiarità con community di scopo (dallo sport al consumo) e possono facilmente trasferire le stesse logiche nel mondo del lavoro.

Il Coworking, per loro, è un’esperienza preziosa, e può esserlo anche durante gli anni dell’università. La diffusione del lavoro a distanza può rendere faticosa la socializzazione professionale per i neofiti; il Coworking permette di mantenere i vantaggi dello smartworking, riducendo i rischi.

Rete Cowo®Nella sociologia economica è previsto il Coworking? Se sì, dove? Se no, possiamo trovargli un posticino?

Ivana Pais – Sì, certo. La sociologia economica e quella del lavoro si occupano ormai da anni di Coworking, con analisi interessanti.

Negli ultimi tempi si è rafforzata la collaborazione interdisciplinare e questo dovrebbe far avanzare gli studi in questo ambito.

Segnalo, tra gli altri, un interessante progetto finanziato dalla Commissione Europea, COST Action “The Geography of New Working Spaces and the Impact on the Periphery” (comeINperiphery), avviato nel 2019 e che terminerà nel 2023, di cui è chair la collega Ilaria Mariotti del Politecnico di Milano, a cui partecipano 25 Paesi europei e Israele, che si propone di:

  1. Analizzare le buone pratiche dei nuovi luoghi del lavoro, costruendo una tassonomia, descrivendone localizzazione e fattori localizzativi
  2. Esplorare gli effetti diretti sui lavoratori (free lance e imprenditori) e quelli indiretti sul contesto socio-economico locale;
  3. Studiare le azioni di policy intraprese per facilitare lo sviluppo di questi nuovi luoghi del lavoro e quelle da promuovere.

Ovviamente la rete Cowo® sarà coinvolta!

Ivana Pais sarà relatrice del CowoShare 2020  “COWORKING E RELAZIONE” che si terrà a Milano L’8 Febbraio 2020. 

..
L’evento è gratuito ma è indispensabile la registrazione per poter ricevere il biglietto di ingresso, che verrà richiesto al check-in dell’evento.
.

LINK PER LA REGISTRAZIONE:

PROGRAMMA E INFORMAZIONI:

LOCATION:

VIDEO-INVITO:

Evento CowoShare Coworking e Relazione