Rete Cowo citata nel libro di Cristina Tajani: emozionante essere parte delle “Città Prossime”! Grazie!

citta-prossime-tajani

libro città prossime cristina tajaniNon capita tutti i giorni di ritrovarsi citati, come caso esemplare, nelle pagine di un libro importante…

…importante al punto da venire presentato da personalità quali il sindaco di Milano Beppe Sala, il parlamentare europeo Pier Francesco Majorino, il vicesegretario del Partito Democratico Peppe Provenzano, nella bella cornice di un teatro storico di Milano.

Eppure… è quello che è successo!

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi che Cristina Tajani, assessora al Lavoro con deleghe allo sviluppo economico, attività produttive, commercio e risorse umane, design e moda da ben 10 anni al Comune di Milano, abbia voluto riprendere l’esperienza di Rete Cowo® nell’ambito del suo libro “Città Prossime – Dal quartiere al mondo: Milano e le metropoli globali”. 

Il volume è agile nella forma e nelle dimensioni, ma decisamente ricco di spunti interessantissimi, per tuttocristina tajani ciò che riguarda la visione delle città , viste nel contesto di un territorio più ampio, che può essere sì il resto del mondo, ma anche il suo hinterland.

Quindi la città intesa come punto di riferimento del territorio, inclusivo e non esclusivo (e forse il diffondersi di Rete Cowo® da Milano in tutta Italia, piccoli comuni compresi, ne è una delle tante dimostrazioni).

Il nostro progetto di Coworking, come molti sanno, è nato proprio a Milano, e dalla città meneghina si è man mano diffuso in tutta Italia e Canton Ticino.

A nostro modesto parere, il bello del libro riguarda in modo particolare la forte tensione che esprime verso i progetti “nati dal basso”: è su questi, secondo Tajani, che le città devono puntare per il loro futuro.

La capacità di rendere protagonisti coloro che – cittadini della classe media – sono in grado di esprimere progetti lavorativi di valore è ciò che, nella visione dell’autrice, può rendere migliore per tutti la vita delle città e di coloro che le abitano.

Dice infatti Tajani, nel capitolo “La forza degli spazi ibridi”, dove siamo citati anche noi:

L’esperienza amministrativa mi ha portato non solo a misurare la spinta innovativa che tali luoghi hanno prodotto nei territori di insediamento, ma anche a riconoscervi meccanismi di nuova organizzazione sociale e costruzione di comunità.rete cowo citata in città prossime cristina tajani

Abbiamo trovato anche molto stimolante la distinzione – che non conoscevamo – riguardante i “luoghi terzi”.

Cosa sono i “luoghi terzi”?

Sono luoghi tipicamente urbani che si collocano a metà strada tra la dimensione del mercato e quella della socialità.

Il concetto si deve al sociologo americano di nome Ray Oldenburg, che l’ha teorizzata nel suo testo “The Great Good Place”, ma la sua divulgazione nei nostri confronti, e soprattutto il suo avvicinamento al nostro progetto, lo si deve all’assessora Tajani, che ringraziamo di cuore per questa bellissima citazione!

Gli spazi di co-working, in particolare, hanno consentito agli utilizzatori di condividere non solo spazi fisici e servizi, ma anche relazioni di mercato e clienti, contribuendo a ricostruire comunità professionali.

È il caso della Rete Cowo®, nata a Milano ed estesa in tutta Italia, grazie all’iniziativa di Massimo Carraro.

In occasione della presentazione del libro, avvenuta il 18 giugno 2021 a Milano, Tajani ha rilasciato questa videointervista, che vi riproponiamo.

  • Per chi non conoscesse Cristina Tajani

È assessora del Comune di Milano, dal 2011 nella giunta Pisapia e nuovamente dal 2016 nella giunta Sala, con deleghe allo sviluppo economico, attività produttive, commercio e risorse umane, design e moda. Ha svolto attività di ricerca e docenza e ha lavorato nell’ufficio studi della Camera del lavoro di Milano dal 2003 al 2011. Per l’A.A. 2021-2022 docente di alta qualificazione nel corso di studio Urban Planning and Policy Design del Politecnico di Milano.

Nascondi pre: