Il Coworking e la bellezza del glicine. Significato di 10 anni di Coworking a Sovico (Monza Brianza): complimenti ad Alberto Mariani e alla sua community.

cowo-sovico

Ho conosciuto Alberto Mariani più di 10 anni fa.

Mi ha colpito da subito la visione che lui e Adriana avevano del Coworking come luogo di condivisione e servizio al territorio.

Ma – da buon imprenditore – anche in grado di salvaguardare nel giusto modo il lato economico dell’attività.

Tutto questo accadeva in un comune di 8.000 anime, in un periodo storico in cui…

  • ancora non si parlava di sharing economy
  • il Coworking era concetto praticamente sconosciuto ovunque
  • Facebook muoveva i primi passi in Italia

spazio coworking a sovicoEppure, in Brianza, nel 2010, Alberto Mariani sapeva cosa voleva.

L’approccio di Alberto e Adriana ha sempre messo le persone al centro, e secondo me anche per questo è riuscito a costruire una community professionale che non ha nulla da invidiare a luoghi più blasonati e magari più frequentemente citati negli articoli di chi occupa di spazi professionali collaborativi.

Inizialmente, il grande open space che affianca la zona postazioni del suoebook gratuito coworking sovico Cowo® e stato occupato per molto tempo da artisti- artigiani.

Giovani che lavoravano il legno, facendone bellissimi pezzi d’arte, che spesso venivano anche proposti come arredi, oppure illustratori che realizzavano meravigliose opere, che poi venivano esposte nel corso di mostre artistiche aperte al pubblico.

Quella della divulgazione culturale è per Alberto una vera e propria passione.

Nel suo Coworking ho potuto – ad esempio – ascoltare il sociologo Francesco Morace, che ha dedicato una bella serata, nel 2014, al tema dell’Italian Factor.

Un divulgatore di primissimo piano e grande rilievo culturale al Cowo® di Sovico: che meravigliosa opportunità, per i coworker di giorno presenti con la loro attività lavorativa, e la sera, per l’evento, pronti ad ascoltare un osservatore acuto e stimolante come Morace!

Ovviamente sempre comprendendo, nello svolgimento della serata, chiunque volesse partecipare … Sindaco incluso, naturalmente subito intervistato per il blog!coworker cowo a sovico

E a proposito di inclusività, non si può non citare l’impegno a livello di inclusione sociale: Cowo® Sovico è tuttora l’unico spazio Coworking che io conosca impegnato nel proporre un percorso lavorativo di inserimento a persone diversamente abili, impegno che ha visto la partnership di cooperative specializzate locali, e che viene dal Cowo® anche divulgato attraverso un bell’Ebook in free download.

Potrei andare avanti molto, citando la visita dell’ex-premier Gentiloni, in cui l’onorevole si è intrattenuto con Alberto a parlare di sostenibilità dei luoghi di lavoro, o ancora la serata di presentazione e networking professionale “Io Coworking e tu?”, vero e proprio evento di incontro e stimolo alla professionalità locale, che ha visto anche la partecipazione di autorità locali, e poi le tante videointerviste ai coworker, le mitiche serate musicali di “Sovico in Musica”… davvero tanta vita, tanta energia e tante belle persone.

Dieci anni sono volati, nel nome dell’energia creativa e della voglia di fare – ogni giorno – un po’ meglio del giorno prima.

Vorrei ringraziare quindi Alberto e la sua inesauribile voglia di fare – meravigliosamente coadiuvata da Adriana – per il valore che contribuisce a creare in modo consistente e continuativo, negli anni, intorno al suo Coworking, ma non solo; intorno al concetto stesso di Coworking.

E poi, c’è la bellezza del suo glicine, che ti dà il giusto benvenuto.

– Massimo Carraro, fondatore Rete Cowo® Coworking Network

albeto mariani cowo sovico

coworking sovico glicine

Nascondi pre: