Incentivi al Coworking della Regione Toscana: bando in scadenza!

Cowo-Coworking-Incentivi-Regione-Toscana

Incentivi al Coworking della Regione ToscanaProfessionisti toscani attenzione! Sapevate che potete ricevere un aiuto economico per pagare l’affitto del vostro spazio di lavoro in un Coworking?

Avete tempo fino al 30 novembre 2020 per presentare la documentazione necessaria e accedere ai voucher erogati dalla Regione Toscana proprio per questo.

Se già lavorate in un Coworking, o avreste sempre voluto provare – magari per gestire in modo più efficiente e sostenibile lo smart working – questa potrebbe essere un’ottima occasione per farlo con un budget ancora più accessibile.

Chi può richiedere il voucher?

Per fare richiesta bisogna essere:

  • residenti e/o domiciliati in Toscana;
  • titolari di partita IVA da non più di 12 mesi;
  • soggetti iscritti ad albi di ordini e collegi oppure ad associazioni di cui alla legge 4/2013 e/o alla legge regionale n. 73/2008 o ancora iscritti alla gestione separata dell’Inps.

Scaricate il bando e assicuratevi di essere in possesso di tutti i requisiti.

Quali spese copre il voucher?

Il voucher emesso dalla Regione Toscana finanzia:

  • fino a 3.000 euro per le spese di affitto della postazione in uno dei Coworking elencati nell’elenco qualificato (consultabile anche in questa comoda mappa) per la durata minima di 6 mesi e massima di 12;
  • fino a 500 euro per le spese di viaggio, vitto e alloggio, se si prevede di lavorare in un Coworking in un’altra regione italiana o Paese dell’Unione Europea.

Come si fa la domanda?

Le domande si possono presentare sia a sportello sia online. Leggete bene la procedura descritta sul sito della Regione. Una volta presentata la domanda, naturalmente, bisogna aspettare che la Regione pubblichi la graduatoria.

… e per chi vive e lavora nelle altre regioni?

Consulta la nostra Mappa degli incentivi al Coworking: una pagina sempre aggiornata con tutte le iniziative, le scadenze, i bandi consultabili regione per regione e iscriviti alla newsletter per non perderti le novità sul tema.