Dpcm e Coworking: cosa cambia con i Decreti di Ottobre e Novembre 2020? Leggi gli approfondimenti e scarica i Decreti.

dpcm-coworking-cosa-cambia

dpcm e coworking cosa cambiaIn molti, nell’ambiente del Coworking, si stanno chiedendo se i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri – DPCM divulgati il 18 e il 24 Ottobre prima, e il 4 Novembre poi – cambiano qualcosa per quanto riguarda i Coworking e le attività collegate.

Uffici, postazioni, sale per riunioni e per corsi, spazi per eventi… sono tante le cose che si fanno in un Coworking, e in questi mesi abbiamo imparato a gestirle secondo i protocolli di sicurezza più adeguati, sempre nel massimo rispetto sia delle leggi sia – ancor di più – della salute di chi frequenta il Cowo®.

Per quanto riguarda i protocolli di sicurezza, ricordiamo a tutti che sono a disposizione, gratuitamente con un semplice click, le nostre Guide:

Guida Cowo® – Consigli e comportamenti anti Covid-19 (rivolta ai frequentatori di spazi di Coworking)

Guida Cowo® – Coworking e Coronavirus: lavorare sereni in spazi sicuri (rivolta a chi gestisce uffici e spazi professionali)

Sul tema “Dpcm e Coworking” abbiamo analizzato i Decreti divulgati in Ottobre/Novembre e le loro conseguenze sull’attività di Coworking in particolare per riunioni, corsi di formazione, eventi. Abbiamo riscontrato che non vi sono restrizioni specifiche che ci riguardano direttamente.

Mentre è sempre, assolutamente fondamentale osservare la massima prudenza in fatto di prevenzione e igiene (ripassiamo brevemente: pulizia costante di tutte le superfici, a inizio e fine giornata con prodotti igienizzanti, misurazione temperatura all’ingresso, presenza di igenizzanti per mani nei punti di passaggio, presenza prodotti igienizzanti su ogni scrivania, distanziamento di almeno 1,5 metri tra una postazione e l’altra, limitazione delle riunioni e dei visitatori esterni) può essere utile notare che le nuove misure decise dal Governo riguardano i Coworking solo indirettamente.

Entrando nello specifico, i temi toccati dal Dpcm del 18 Ottobre, sono i congressi/convegni e le riunioni.

Cosa cambia quindi per i congressi ed i convegni?

Così i decreti:

Sono sospese tutte le attività convegnistiche e congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono in modalità a distanza

Quindi questo può determinare una minor richiesta di spazi, rispetto a queste attività, che peraltro vengono instradate su una modalità “in remoto”, quindi con l’ausilio di videoconferenze e collegamenti online, servizi questi puntualmente offerti dai Coworking.

Va anche detto che sono pochi i convegni ed i congressi che si svolgono nei Coworking, dove per lo più si attivano situazioni di incontri di lavoro o corsi di formazione, oltre al normale utilizzo di uffici e postazioni lavoro.

Cosa cambia per le riunioni, gli incontri ed i corsi di formazione?

Anche qui, ci rifacciamo al testo dei Decreti per capire se vi sono implicazioni dirette per il Coworking.

Vi sono indicazioni per le riunioni nell’ambito della Pubblica Amministrazione, quindi per soggetti pubblici, mentre per ciò che concerne le riunioni e gli incontri di tipo privato, come solitamente si svolgono nei Coworking, vi è una “forte raccomandazione”:

(…) è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza

Che conclusioni dobbiamo trarre, quindi, dal documento divulgato dal Presidente del Consiglio e dal Ministro della Salute il 18 Ottobre?

Tre punti fondamentali

  1. Il Coworking va tenuto in sicurezza mediante le precauzioni che già conosciamo benissimo
  2. Tutte le attività che si possono svolgere in remoto, è bene si svolgano in remoto (quindi teniamo in efficienza la connessione internet e provvediamo, se possibile, ad approntare situazioni e ambienti adatti a videochiamate e videoconferenze)
  3. Assicuriamoci quotidianamente che la vita del Coworking si svolga sempre nell’osservanza delle precauzioni

Infine, un punto su cui veniamo spesso interpellati: quello delle mascherine.

Ricordiamo che le norme precedentemente divulgate prescrivono l’utilizzo della mascherina anche nei luoghi di lavoro, quindi anche nei Coworking.

A tale prescrizione poteva essere applicata deroga in caso di distanziamento costante e ben assicurato.

Nel momento in cui scriviamo – 21 ottobre 2020 – la curva dei contagi sta risalendo, ci sembra quindi opportuno, pur continuando a mantenere rigorosamente il distanziamento previsto, indossare le mascherine anche all’interno dello spazio Coworking.

Ci auguriamo, anche noi come tutti, che si possa superare questo difficile momento, cosa che otterremo prima e più facilmente adottando sistematicamente comportamenti responsabili.

Tutti gli spazi di Coworking di Rete Cowo® hanno dimostrato, in questo 2020 così sfidante, una straordinaria capacità di mantenere uno standard di alto livello professionale, in ogni situazione… e le richieste dei nostri servizi – anche per questo motivo – sono continuate a pervenire.

È il momento di puntare ancora di più sulla qualità del servizio, anche in termini di sicurezza.

Approfondimenti utili:

• Articolo: “Informazioni e buone pratiche per i Coworking, tra Smart Working e resilienza”

• Articolo: “Cos’abbiamo imparato dalla pandemia? Dall’analisi delle richieste degli ultimi 4 mesi emergono tre tendenze”

• Articolo + Video: “Lo Smart Working secondo noi, al di là di mode, hashtag e chiacchiere”

Il Dpcm del 18 Ottobre 2020 in pdf:

Scarica il testo del Decreto del 18 Ottobre 2020

Il Dpcm del 24 Ottobre 2020 in pdf:

Scarica il testo del Decreto del 24 Ottobre 2020

Il Dpcm del 4 Novembre 2020 in pdf:

Scarica il Decreto del 4 Novembre 2020