My Coworking Day: la nostra giornata al Coworking Lugano Nord. Ecco com’è andata e… un ebook gratuito per voi!

Coworking-Lugano-Canton-Ticino

MyCoworkingDay Spazio Coworking Lugano NordAlla ricerca di un Coworking a Lugano? Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, ampio e dotato di sala, anzi sale, riunioni?

Per #MyCoworkingDay la nostra coworker Cristina ha valicato il confine ed è andata in Svizzera, per lavorare per un giorno al Coworking Lugano Nord.

Come si è trovata?  Tutte le risposte nel racconto di questa giornata. Coworking community Lugano Canton Ticino

(E se volete restare aggiornati su tutti i “giri per coworking” di Cristina, cliccate sull’hashtag #MyCoworkingDay sui vari Social Network!). 

Lo confesso: nonostante sia davvero vicina a Milano, in Svizzera non torno da anni, da quando cioè è finita una collaborazione con un giornale la cui redazione aveva sede a Chiasso.

Anche oggi ci sto andando per lavoro, ma i sentimenti che mi animano sono diversi: andrò a due passi da Lugano (e questa per me è la prima volta) e soprattutto vado in un Coworking, animata da tantissima curiosità, voglia di scoprire e soprattutto di conoscere gente.

Appena scesa alla stazione di Lamone, prima di fare mie le indicazioni che mi hanno dato i Cowo® manager Stefano e Davide, c’è una cosa che mi colpisce: la diversità dell’aria. Profumi diversi da quelli che sento di solito e che mi fanno già sentire a casa.
.

Coworking Lugano Nord

Siamo a due passi dal fiume Vedeggio e il paesaggio, se guardo al di sopra della strada, è incantevole.

Tant’è che quando Davide mi chiama per venirmi a prendere rispondo che preferisco camminare.

Dalla stazione di Lamone, raggiungibile facilmente da Milano con un cambio treno a Lugano da cui dista 4 minuti circa (ma dipende sempre dagli orari in cui eventualmente partite), sono 700 metri scarsi, percorribili tranquillamente a piedi fino a che non si arriva in nella zona del Cowo®.

Nonostante io non sia famosa per il mio senso dell’orientamento (!) lo trovo subito.

Salgo una rampa di scale ed eccomi qui.

Sono al Coworking Lugano Nord.

Spazio Cowo Lugano NordL’accoglienza è delle migliori: Stefano e Davide sono sorridenti, ma soprattutto individuo subito una cosa fondamentale per chi come me non può farne a meno (ma quale freelance ci riesce?): la macchinetta del caffè all’ingresso.

Ma non basta… siamo o non siamo in Svizzera?

E allora può mai mancare il cioccolato?

Ecco che, accanto alla macchinetta, ce n’è di vari tipi e poi acqua, caramelle ecc.

Perché, ammettiamolo, quando si lavora tanto e sotto scadenza, i cali di zucchero, misti a mancanza di ispirazione, possono essere continui.

Stefano mi guida tra le stanze del Coworking, nato nell’agosto del 2017.

Entriamo nella sala riunioni, grande, spaziosa, dotata di televisore e numerosi tavoli bianchi.

Mi racconta che è molto richiesta e che di recente è stata la sede di un incontro che avviene periodicamente tra sviluppatori di software.Meeting room Spazio Coworking Lugano Nord

“Oggi la vedi così, ma cambia a seconda delle esigenze.

Non hai bisogno dei tavoli?

Allora li togliamo e al loro posto mettiamo più sedie così si possono ospitare 30 persone circa”.

Inoltre, la sala, o meglio tutte le sale contigue l’una all’altra, hanno una cosa che rende molto particolare questo Coworking.

Sulla parete a sinistra (se la guardi entrando dalla porta) c’è una finestra di vetro, di quelle che non si aprono, ma ricordano tanto gli studi di registrazione.

Una bella soluzione d’arredo, che porta luminosità e leggerezza agli ambienti.

Sempre restando nella sala, mi colpiscono molto i dettagli:  la lavagna magnetica verde con le spillette rosse di Cowo®, scelta perché chiunque possa attaccarci quello che vuole, in qualsiasi momento… e poi l’occhio mi cade sul pavimento.Bacheca Spazio Coworking Lugano Nord

Interessata come sono in questo momento  alle ristrutturazioni, comincio a fare domande e Stefano mi racconta la storia che c’è dietro quello che vedo:

“Il pavimento, che è in laminato, è stato posato direttamente da noi.

Così come siamo stati noi a imbiancare tutto lo spazio.

Non siamo esperti, ma ci è piaciuto costruire, anche con le nostre mani, questo posto giorno dopo giorno”.

Accanto alla sala riunioni, poi, ci sono uffici indipendenti, open space e un’altra sala riunioni che può ospitare circa 6 persone, a mio parere molto graziosa.

È nell’open space, dove lavoro oggi – luminoso e silenzioso – che incontro Rudy, ingegnere che fa la spola tra la provincia di Torino e la Svizzera.

Mi racconta com’è arrivato a scegliere il Cowo® di Lamone in zona Lugano Nord:

“L’ho scoperto su Internet e dopo averlo visto, ho subito pensato che fosse il posto ideale per me che faccio avanti e indietro.

Non vengo spesso, ma quando sono da queste parti so che ho un posto che sento mio e posso utilizzare come credo”.

Checché se ne pensi della Svizzera, questo Coworking ha un costo mensile molto abbordabile, inferiore, in molti casi, ai Coworking milanesi, cui ha poco da invidiare.

Anche perché Stefano e Davide, soci della Pro Work International da diversi anni, sono davvero avanti sotto tanti punti di vista.Allo Spazio Coworking Lugano Nord

Mentre lavoro, capita spesso che ci mettiamo a parlare di… lavoro.

Non tanto di quello che facciamo, ma – partendo dalla loro società che si occupa di coaching e formazione manageriale – cominciamo a parlare di metodologia Agile per le risorse umane, di come stanno cambiando le aziende, di gestione dei team e delle persone.

Spaziamo poi dal Lego® Serious Play® , metodologia che applicano anche loro in vari corsi (sono stati protagonisti dell’evento di formazione Cowo® di settembre) alla realtà aumentata…  quanti spunti per i miei futuri articoli!

A un certo punto mi viene da fare una domanda:Spazio Coworking Lugano Nord

Perché avete deciso di trasformare i vostri uffici in Coworking?

Spiega  Davide:

“Un anno e mezzo fa abbiamo cominciato a pensare a come utilizzare al meglio questo spazio, ci siamo messi a navigare online e siamo venuti a conoscenza di Cowo®.

Da lì all’aprire questi spazi al pubblico, il passo è stato breve”.

Prosegue, poi dicendo che:

“A differenza di quello che si crede, il concetto di Coworking in Ticino non è ancora così diffuso, almeno non nel modo in cui lo è in Italia, qui si pensa sempre più all’ufficio di rappresentanza, meno allo spazio condiviso.

Questo Coworking per noi rappresenta il volere tessere relazioni di valore e generare valore reciproco.Pranzo al Coworking Lugano Nord

Se per certe cose la Svizzera è particolarmente avanti, nel mondo del Coworking c’è ancora da fare e ci piace dare il nostro contributo”.

Continuiamo a chiacchierare anche quando andiamo a pranzo, nel bar poco distante, e approfondisco con Rudy vari aspetti.

C’è una cosa che mi colpisce particolarmente mentre siamo a tavola: la Svizzera e l’ltalia sono più intimamente legate di quanto credessi.

Non solo per la lingua – che come Stefano mi racconta – è molto difesa e valorizzata dai ticinesi, ma per il fatto che è continuo questo spostarsi di confine.

Sì, lo so, la questione dei frontalieri non è certo una novità, ma sentendoli parlare di distanze, di orari in cui prendere l’autostrada per non trovare traffico e di un evento a Milano cui parteciperanno Davide e Stefano il giorno dopo, mi rendo conto ancora di più di quanto stretto sia il legame.

Nel pomeriggio, poi, scopro una storia dentro la storia.

A raccontarmela è Stefano che mi parla di una fabbrica di cioccolato, nella valle di Blenio, a nord est di Lugano.

Una fabbrica che è stata chiusa alla fine degli anni ‘60 a causa di problemi economici, ma che adesso rivive in varie forme: parte di questi locali sono loft abitativi e parte viene dedicata all’arte con la fondazione Fabbrica del Cioccolato che promuove iniziative culturali: un festival, un museo e la volontà di fare di questi spazi delle residenze per artisti.

Progetto che vede anche il contributo nonché la passione di Stefano.

Nel frattempo, anche la fabbrica ha preso vita, tornando al suo aspetto iniziale: l’azienda Cima Norma ha deciso di rilanciare il marchio dando vita a una bella iniziativa.

Riprodurre, modernizzando le stampe di allora, le tavolette in edizione limitate che riguardano un periodo di 10 anni, a partire dall’inizio del ‘900, iniziando con il periodo della Belle Èpoque.

La mia giornata al Coworking Lugano è finita, ma c’è una cosa che penso mentre aspetto il treno al binario 1:

Ogni professionista dovrebbe vivere giornate così in cui ci si sente ricchi, anzi pieni.

Di quello che la gente ti trasmette, condivide, mette al di fuori del proprio spazio e lascia che entri, anche solo per qualche minuto, nella tua vita.

Il lavoro è sì, impegno, fatica, determinazione, “alzare l’asticella”, ma è soprattutto relazione.

E un Coworking come questo oggi me l’ha ricordato ancora una volta.

Visita CoworkingLuganoNord.ch

Vai alla Presentazione

Vai alla Pagina Facebook

Richiedi l’Ebook Gratuito MyCoworkingDay Lugano